La Musica a Sostegno dell’ A.I.L.

La musica, che in se stessa unisce un valore universale di condivisione dell’arte, è in questo caso la protagonista; un gruppo di musicisti e cantanti, con il patrocinio di sette comuni, mettono a disposizione il loro talento, le loro virtù, per una causa specifica, per portare vantaggi e opportuni finanziamenti alla ricerca scientifica per combattere e vincere le malattie.

 

Franco Pellegrini – A.I.L. Udine.

 

Clicca qui sotto per ingrandire:

Locandina concerto ail definitiva.

Annunci

Concerto di Musica Barocca

Venerdì 10 maggio alle ore 18 nella chiesetta medioevale della Santissima Trinità di Monteaperta (Taipana) si terrà un concerto di musica barocca con strumenti originali:

Elena Antoniazzi – canto
Roberto Greppi – flauto dolce
Ricardo Rodriguez Miranda – viola da gamba
Rika Murata – viola da gamba
Alice Forcessini – cembalo
Saranno presentati brani di: G.Frescobaldi, G.F.Haendel, J.Schenk, M.Marais

Xavier de Maistre e il Ventaglio d’arpe al Verdi di Pordenone

Il teatro comunale Giuseppe Verdi di Pordenone ospita, alle 20.45, per la stagione di musica classica, un concerto di Xavier de Maistre accompagnato dall’Orchestra Ventaglio d’arpe, diretta da Patrizia Tassini.

arpe

Da un lato, dunque, c’è il solista oggi più richiesto, Xavier de Maistre, star assoluta del concertismo internazionale (dopo essere stato a soli 25 anni prima arpa solista dei Wiener Philharmoniker) dall’altro un ensemble pressoché unico, nato da un progetto didattico e dalla caparbietà di una docente di altissimo livello. Questi gli ingredienti di un concerto che nasce all’interno di un preciso progetto di valorizzazione delle giovani eccellenze locali, focus che il Teatro ha deciso di individuare nella presente stagione collaborando con enti ed istituzioni del territorio, in questo caso con il Conservatorio Tomadini di Udine.

Protagonista è l’arpa, strumento moderno che mantiene tuttavia una forte suggestione, un colore, un fascino, che evocano le radici più antiche e profonde della musica. Uno strumento che nel corso dei secoli ha avuto uno sviluppo straordinario, dal punto di vista tecnico e quindi sonoro, ma in qualche modo rimanendo fedele ai suoi antichi progenitori. Uno strumento che ha un fascino anche visivo, nella spettacolarità del gioco delle mani e delle braccia dell’esecutore sulla cordiera. Effetto visivo che, moltiplicato per il numero dei componenti l’orchestra (venti strumenti), in un gioco di trasparenze che sembra una danza, conferisce un ulteriore elemento di attrazione per l’occhio, oltre che per l’orecchio.

Riso Venere (nero) con gamberetti e zucchine

cropped-img_4481.jpg

Il riso venere con gamberetti e zucchine è un primo piatto gustoso e semplice da realizzare, a base di un riso particolare, dal colore nere e molto profumato!
Il riso Venere è un riso integrale dal colore viola scuro quasi nero con un gusto particolarissimo e un profumo di pane appena sfornato.
La colorazione è naturale perché il pericarpo, la pellicola più esterna, ha il colore dell’ebano.
Originario della Cina dove fino all’ottocento veniva coltivato solo per l’Imperatore e la sua corte, il riso venere viene oggi coltivato in alcune zone della Pianura Padana.
Il suo nome, dedicato alla Dea dell’Amore, deriva dal fatto che nell’antica Cina veniva considerato altamente afrodisiaco.
Il riso venere con gamberetti e zucchine è ideale per una cena veloce ma originale, dal sapore orientale!